Si svolgeranno ad Homburg, nella regione Saarland in Germania, i funerali di Giovanna Longo, la sessantenne di Ravanusa, uccisa dall’ex marito con due colpi di pistola nello spiazzo antistante il mercatino settimanale della cittadina agrigentina. I tre figli della donna, che vivono in Germania, e dove viveva sino a qualche mese fa la vittima, sono rientrati in Sicilia hanno risolto alcune incombenze burocratiche ed hanno deciso di trasportare in Germania il corpo della madre dove, a funerali celebrati, verrà seppellita. Si chiude parzialmente un capitolo della terribile vicenda che ha sconvolto Ravanusa dopo che Luigi gallo, 63 anni, ex marito della vittima ha deciso di farla finita uccidendo la donna. Interrogato in carcere, l’uomo, assistito dall’avvocato Stefano Argento si è difeso affermando che sarebbe stato deriso dalla donna ed anche dal nuovo compagno, l’ex consigliere comunale Luigi Avarello, 63 anni, ed a quel punto avrebbe perso ogni controllo sparando. Ma – ha precisato l’assassino – non volevo uccidere ma solo spaventare i due. Naturalmente questa versione deve passare al vaglio del Pubblico ministero, Santo Fornasier e del Gip, Alessandra Vella che è stata chiamata a decidere se concedere gli arresti domiciliari o meno all’uomo. Quest’ultimo, durante l’interrogatorio, ha ribadito che  ogni bene da lui acquistato con i soldi del suo lavoro di camionista era stato intestato alla moglie e quindi, dopo la separazione, erano sorti notevoli problemi economici. Al momento, Gallo risponde di omicidio, tentato omicidio porto e detenzione illegale di revolver e munizioni. Il Gip del Tribunale Alessandra Vella deciderà a breve il da farsi.