fbpx

Alcuni elettori vicini all’ex deputato regionale Giuseppe Gennuso del MPA, assistiti dagli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia,avevano proposto dei ricorsi giurisdizionali per l’annullamento del verbale di proclamazione degli eletti alla carica di deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana per il collegio elettorale di Siracusa.In particolare secondo gli avvocati Rubino e Impiduglia l’omessa indicazione del dato relativo alle schede autenticate ma non utilizzate per la votazione e l’assenza di elementi idonei alla identificazione del numero di schede rimaste nel pacco e non firmate non consentivano di verificare il corretto uso del materiale elettorale ed erano presupposti idonei a determinare la nullità delle operazioni elettorali nelle sezioni interessate.

Si è cosituito in giudizio l’ On.Pippo Gianni, rappresentato e difeso dagli avvocati Giovanni e Giuseppe Immordino, per chiedere il rigetto del ricorso, sostenendo che si era in presenza di vizi formali, inidonei a determinare il richiesto annullamento. .

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa ritenendo che i vizi denunziati dai difensori dei ricorrenti avessereo carattere sostanziale ed invalidante, ha accolto i ricorsi, annullando le operazioni elettorali in nove sezioni elettorali dei comuni di Rosolini e Pachino.Pertanto , per effetto delle sentenza resa dal Consiglio di Giustizia Amministrativa, dovranno essere rinnovate le operazioni elettorali nelle nove sezioni contestate di Rosolini e Pachino e , stante il limitato scarto di voti esistente tra le liste, il seggio già assegnato all’On. Pippo Gianni potrebbe essere assegnato all’On. Pippo Gennuso .