fbpx

I 5 riberesi accusati di furto d’acqua e arrestati nei giorni scorsi hanno patteggiato la pena. Si tratta di Maria Carmela Trizzino, di 51 anni impiegata comunale, 4 mesi e 200 euro di multa; Calogera Vento, di 59 anni, impiegata comunale, 4 mesi e 200 euro; Nicolò Barna, di 66 anni, pensionato, 4 mesi e 200 euro; Girolamo Valenti, di 55 anni, impiegato comunale, 8 mesi e 200 euro; Luciano Lo Raso, di 61 anni, pensionato, 6 mesi e 400 euro. Per tutti la pena è stata sospesa. I 5 erano stati tratti in arresto in flagranza di reato lo scorso 3 marzo. Avevano allacciato alla rete idrica pubblica i propri appartamenti, tutti facenti parte della stessa palazzina dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Agrigento.