I carabinieri della compagnia di Sciacca e i militari della Tenenza di Ribera hanno tratto in arresto due cittadini extracomunitari, Kalifa Hani e Moez Jeddi, entrambi venticinquenni, poiché sorpresi nel centro cittadino mentre cercavano di cedere dello stupefacente ad un giovane riberese. Alla vista dei militari gli stranieri hanno tentato una disperata fuga a piedi disfacendosi di due ovuli che, successivamente recuperati, hanno rivelato il contenuto di circa 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Il primo dei due è stato immediatamente raggiunto da uno dei militari e bloccato mentre Moez, che materialmente si era liberato dei due ovuli di sostanza, a seguito delle ricerche è stato successivamente rintracciato per le vie del centro e tratto in arresto. Proprio quest’ultimo arrivato in caserma in un estremo tentativo di resistenza all’arresto si è scagliato contro una finestra della caserma infrangendola e autoinfliggendosi numerosi tagli agli arti superiori con le schegge vitree. Solo a fatica è stato bloccato dai militari e, trasportato presso il locale pronto soccorso, è stato dimesso con una prognosi di 8 giorni. I due sono stati tratti in arresto anche perché inottemperanti ad ordine di espulsione dal territorio nazionale precedentemente emesso a loro carico dalle Questure di Firenze e Crotone e tradotti presso la casa circondariale di Sciacca a disposizione della locale Procura della Repubblica