E’ stato risolto in extremis ieri pomeriggio l’emergenza rifiuti he rischiava da far precipitare la provincia nel caos in piena settimana della Sagra del mandorlo in Fiore. Nel corso dell’assemblea dei sindaci che si è tenuta nella sede di Gesa, è stato convenuto che lunedì Gesa pagherà una somma al raggruppamento temporaneo d’imprese che così giovedì pagherà a sua volta uno stipendio ai suoi dipendenti. Nel frattempo è stata fatta una promessa anche alla ditta Catanzaro che da domani riapre la discarica di Siculiana, consentendo così lo svuotamento degli autocompattatori pieni da oltre quattro giorni. Infine domani i sindacati incontreranno i loro iscritti per cercare di evitare lo sciopero del personale che era stato indetto per la prossima settimana. Nel frattempo il sindaco di Agrigento Zambuto ha anticipato che in settimana andrà personalmente da Aipa per chiedere il pagamento di un acconto da dare alle ditte.