fbpx

Nuovo slittamento (al 22 febbraio), dell’ultimatum della ditta Catanzaro circa la chiusura della discarica di Siculiana. Ieri il liquidatore di Gesa, Teresa Restivo, ha inviato ai titolari dell’impresa una nota con la quale si chiede lo spostamento del termine in vista dell’assemblea dei sindaci prevista per il 21 e 22 febbraio. In quella occasione chiederà ai sindaci di sottoscrivere l’impegno che assume Gesa di pagare il debito nei confronti dei Catanzaro. Pare che il pagamento avverrà in nove rate da 500 mila euro mensili, la prima delle quali dovrà essere pagata entro il 31 marzo.