Hanno forzato la porta d’ingresso dell’abitazione di un pensionato canicattinese sessantottenne e si sono intrufolati all’interno della casa. Dopo avere arraffato il bottino sono scappati velocemente. In pochi attimi nella zona sono giunti i militari dell’Arma del Nucleo operativo e radiomobile, i quali, dopo aver circondato la palazzina, hanno bloccato i due. E’ stato il proprietario a chiamare il 112. A finire in manette, in flagranza di reato, due marocchini, di 26 e 24 anni, pregiudicati, senza fissa dimora. Devono rispondere di furto aggravato in concorso.  I due immigrati, portati in caserma, dopo le formalità di rito, come disposto dal sostituto procuratore di turno alla Procura di Agrigento, sono stati tradotti alla Casa circondariale di Enna.