fbpx

La storia geografica dell’Italia e di tutta l’area Mediterranea parte dalle Alpi, la grande catena montuosa che ha una rilevanza non solo geologica e climatica ma anche emblematica in quanto determina, sbarrando le forti correnti del Nord, il mite clima mediterraneo. Del fascino e della durezza della montagna, con le sue vette e le sue ombre, poco sappiamo, abituati alla vastità del mare, ma l’occasione per riflettere e rimanere incantarci di fronte alle cime dei monti innevati, ai ghiacciai perenni e agli stretti canaloni che scendono a valle, oggi ci viene offerta dall’artista valtellinese Luca Conca la cui “personale” di pittura “Orizzonte di ghiaccio” svilupperà sicuramente la curiosità e la conoscenza di molti estimatori che verrà inaugurata dal sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto e dall’assessore alla Cultura del Comune di Morbegno (Sondrio), Oreste Muccio, sabato 23 Aprile alle ore 18.30 presso l’Auditorium San Gerlando di piazza Chiesa Vecchia a Porto Empedocle. Una mostra d’arte per cementare un’Italia che festeggia i 150 anni della sua unità e per continuare ad unire simbolicamente in un unico abbraccio fraterno le alte montagne della Valtellina, sotto le quali vive la laboriosa comunità di Morbegno, con l’azzurro mare mediterraneo di Porto Empedocle e della sua gente.