Penultimo giorno di sagra del Mandorlo in Fiore. In attesa della giornata conclusiva si susseguono le sfilate per le vie cittadine e le esibizioni dei gruppi folk al Palacongressi del Villaggio Mosè. Ieri sera a esibirsi sul palco del palazzo dei congressi la banda della Turchia che con i suoi timpani, corni e tamburi ha riprodotto i suoni della antiche bande militari dell'impero ottomano. Il gruppo del Cipro ha invece proposto le sue danze basate sul varietà culturale che caratterizza l'isola. Gli spettatori hanno potuto godere anche della grinta e dell'originalità dei senegalesi, dei colorati costumi del gruppo del Perù: poi è stato il turno dei canti popolari e delle antiche ballate degli ucraini e del gruppo della Bulgaria. Sul palco spazio anche alle tradizioni agrigentine con i tradizionali e sempre coinvolgenti tamburinari, e le esibizioni dei gruppi folk Città dio Agrigento e Kerkent. Spettacoli del festival internazionale del folklore al palacongressi anche questo pomeriggio alle 16 e, infine alle 21. E' previsto alle 9 del mattino di domani l'inizio della sfilata conclusiva che attraverserà le vie della città da Piazza Pirandello fino allo stadio Esseneto. Alle 14 invece lo spettacolo conclusivo ai piedi del tempio della concordia che chiuderà il festival Internazionale con la premiazione dei gruppi vincitori. La nostra emittente seguirà in diretta la giornata finale della Sagra a partire dalla sfilata dei gruppi per poi passare alla conclusione nella Valle dei Templi. Il programma della kermesse si chiude ufficialmente al Palacongressi domani sera alle 21 dove si terrà il Gran Galà del Folklore “Folk Smile” con Pino Insegno, Massimo Spata, Daniele Magro e i gruppi folk vincitori. Intanto in occasione della Sagra il sindaco di Agrigento ha invitato in città il primo cittadino di Valenciennes Cittadina del nord della Francia gemellata con la Città dei Templi. A dare il via a questo gemellaggio nel lontano 1982 Calogero Zambuto, allora sindaco di Agrigento. E oggi il figlio Marco ha voluto rinvigorire e recuperare i rapporti con la cittadina Francese.