fbpx

Ancora niente ufficializzazione ma mancherebbero pochi giorni alla definizione del cartellone di eventi della 65sima Sagra del Mandorlo in Fiore. Il direttore artistico, Carmelo Cantone, che guida il gruppo di lavoro che si occupa in primis dell'organizzazione di tutti gli eventi che gravitano attorno al Festival Internazionale del folklore starebbe anche pensando all'organizzazione di un evento musicale e teatrale in onore di alcuni artisti agrigentini venuti a mancare da poco come il musicista Simone Modica, l’attore Pippo Montalbano, il cantante folk Gian Campione e il coreografo, morto proprio alcuni giorni fa, Pippo Agozzino. Un'altra idea riguarderebbe la riproposizione di “Ciak…si Sagra” un format televisivo, trasmesso dalle emittenti locali, sulla kermesse e sul folklore con la presenza di numerosi ospiti ed esperti. Come noto spetta all'Ente provincia la predisposizione, invece, degli eventi collaterali: a gestirne l'organizzazione il produttore teatrale agrigentino Francesco Bellomo. Due gli eventi principali in via di definizione: il “Concerto dell'amore” del 14 febbraio per San Valentino, dove sul palco quasi certamente saliranno artisti e musicisti locali. Giorno 21, si pensa invece di chiudere la Sagra con la comicità in una serata “folk smile”: si fanno i nomi di comici molto apprezzati nel panorama italiano come Enrico Brignano o Flavio Insinna. Sullo sfondo rimangono le polemiche di albergatori e ristoratori che non hanno potuto, al momento, sfruttare al massimo le potenzialità di attrattiva turistica della Sagra del Mandorlo, essendo ancora oggi, a 24 giorni dall'inizio della kermesse, assente il programma definitivo.