fbpx

Sono stati portati in una struttura di Siracusa i 79 migranti, fra cui due giovani donne, che sono sbarcati stanotte dal mercantile che li aveva soccorsi lo scorso 3 maggio in acque Sar maltesi. Ieri, dopo 5 giorni di stallo, al cargo privato è stato assegnato il “pos” di Porto Empedocle.

La maggior parte dei migranti che ha toccato terra agrigentina, tutti provenienti dal Bangladesh, erano scalzi e con i vestiti logori. Con scarpe e zainetto invece i tunisini e i magrebini.

Sul cargo, subito dopo l’approdo, sono saliti dei medici che hanno misurato la febbre all’equipaggio e ai migranti. Stessa cosa è stata rifatta, dal sanitario Franco Micciché e da due infermieri, sulla banchina. In prima battuta, i 79 sono stati accompagnati nella vicina tensostruttura per le procedure di riconoscimento fatte dalla polizia. La Croce Rossa ha fornito, a chi ne aveva bisogno, scarpe e vestiti, ma anche acqua e cibo. Poi, il gruppo è stato caricato su dei pullman ed è partito alla volta di Siracusa.