fbpx

Il sindacato dei pensionati della CGIL ha incontrato ieri i vertici provinciali dell’Istituto previdenziale per verificare l’attuazione degli impegni assunti da ASP ed INPS.
L’ASP ha restituito all’INPS i verbali cartacei di visita che saranno da questo telematizzati e consegnati entro 30 giorni ai cittadini attraverso i Patronati, gli sportelli dell’Istituto e la posta.
Da lunedì 18 aprile, il Direttore dell’INPS Gerlando Piro, con specifico ordine di servizio, in rispetto all’intesa sindacale, mobiliterà 10 unità per costituire una “squadra” per la eliminazione dell’arretrato in trenta giorni.

L’INPS, allo stato delle cose, dispone di 7 medici in organico e di 2 medici convenzionati, per cui non essendo in condizione di assicurare la presenza in tutte le 18 Commissioni sanitarie miste, ha accolto la sollecitazione sindacale ed ha chiesto al Coordinatore generale dei medici dell’INPS Piccione l’autorizzazione per la stipula di ulteriori convenzioni coi medici privati che lo SPI ritiene non possano essere meno di ulteriori 9 unità.