La condanna per omicidio colposo a carico del capo cantiere e del direttore tecnico della ditta Albesco di Lugo (Ra) è stata chiesta dalla procura di Sciacca al processo per la morte dell’operaio Accursio La Bella, deceduto in un incidente sul lavoro durante la realizzazione della nuova rete fognaria della città nel dicembre del 2009. Chiesti due anni e 4 mesi per Antonio Zelanda, e due anni e 2 mesi per Giampietro Ganci, entrambi di Palermo. La parte civile ha chiesto inoltre un risarcimento danni per complessivi 2 milioni di euro. La prossima udienza è fissata per il 26 maggio. Nel procedimento sono imputati anche due tecnici del comune di Sciacca, gli ingegneri Giuseppe Liotta e Gaspare Giarratano.