Blitz della Guardia di finanza al raduno delle Ferrari di domenica scorsa, a Sciacca. I militari hanno chiesto ai proprietari delle vetture i documenti personali e delle loro lussuose automobili. Un controllo non proprio di routine visto che i partecipanti alla manifestazione sostengono di girare la Sicilia e di non essere mai stati sottoposti a verifiche. Ma il controllo non è discutibile: rientra nell’ambito delle attività istituzionali delle fiamme gialle riguardanti le verifiche patrimoniali dei cittadini, in particolari quelli che circolano con automobili di lusso. Nel mirino non c’erano tutti i proprietari delle circa quaranta vetture che partecipavano al raduno, ma quelle più importanti e costose.