Si rinnova l’invito alla grande festa della “Scialata giurgintana” alla Valle dei Templi, per lunedì, il giorno di Pasquetta, ormai diventata una tradizione. Un modo per trascorrere gioiosamente una meravigliosa giornata all’aria aperta, tra cibi gustosi e genuini, buon vino, canti, balli e giochi di bambini, immersi nel verde della campagna della Valle dei Templi. Tradizione ripresa e mantenuta dal FAI, proponendo di ritornare a camminare nella Valle dei Templi per inebriarsi ancora una volta dei forti profumi della primavera, primo fra tutti quelli della zagara degli aranci della Kolymbetra. Anche quest’anno il FAI, in collaborazione con il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, invita tutti quanti a partecipare a questa festa che rivive nella gioia che ha saputo ridare in queste nuove edizioni. La passeggiata per le antiche trazzere sarà arricchita quest’anno dal passaggio da due luoghi della Valle dei Templi da poco restaurati: l’Ipogeo Giacatello e le fortificazioni di Porta VI. L’itinerario poi proseguirà per la sommità di Poggio Meta, luogo mitico dell’antica Akragas da dove si potrà ammirare tutto il sito archeologico, e con la visita degli antichi alberi del Bosco di mandorli e ulivi che si incontreranno lungo il cammino verso il Tempio di Vulcano ed, infine, il Giardino della Kolymbetra. Una Pasquetta, quindi, all’insegna della storia, dell’arte, della natura, della tradizione e dell’ecologia. Il ritrovo è previsto dinanzi al parcheggio del Museo di San Nicola intorno alle 10:00, per la registrazione dei partecipanti. Visite guidate ogni 30 minuti. Passeggiate con itinerario e aperitivo accompagnato dall’allegra musica popolare siciliana. Poi, il momento della degustazione dei piatti tipici della cucina contadina siciliana tra gli aranci della Kolymbetra . Naturalmente sarà possibile vedere la straordinaria mostra di arte contemporanea dello scultore polacco Igor Mitoraj allestita lungo tutta la collina dei templi.