fbpx

Il Comune di Agrigento sta provvedendo al Bando per far partire, almeno per il mese di agosto, il “servizio bagnini” per la sorveglianza delle spiagge. Il costo del servizio finora veniva ripartito tra la Regione Siciliana (50 per cento) l’ex Provincia Regionale (25 per cento) e il Comune (25 per cento). Poiché quest’anno la Provincia non ha dato la disponibilità e lo stesso ha fatto sapere la Regione, venendo a mancare il 75 per cento delle somme, il Comune di Agrigento, per far fronte alla situazione, nonostante le ristrettezze economiche, ha deciso di indire ugualmente il Bando, con il suo 25 per cento delle somme, ma esclusivamente per il mese di agosto, considerato quello di maggiore afflusso di bagnanti sul litorale. Ne dà notizia l’assessore comunale al ramo,  Franco Miccichè.

Il Bando di gara per il servizio di “Vigilanza e sorveglianza balneare” per il mese di Agosto predisposto dal Comune di Agrigento prevede una serie di migliorie tra queste la dotazione di uno o due defibrillatori a disposizione per gli operatori delle torrette e per ogni torretta almeno la presenza di un’assistente bagnanti in possesso di un attestato BLS-D. Inoltre, spiega l’assessore comunale al ramo, Franco Miccichè,  il Bando prevede la dotazione di una moto d’acqua con barella omologata, per il trasporto del pericolante con conduttore della stessa in possesso di patente nautica e brevetto di conduttore/soccorritore (da presentare in fase di Gara) e almeno una sedia Job da mettere nella spiaggia più frequentata a disposizione dei familiari delle persone diversamente abili per favorir l’accesso in acqua.

[kkstarratings]