fbpx

“Non ce la faccio più a stare a casa, ho fatto un giro fino ad Agrigento, per distrarmi”. Questa la giustificazione fornita da un quarantatreenne, dipendente comunale di Licata, fermato per un controllo, mentre si trovava alla guida della sua autovettura, nelle vicinanze della rotatoria di Giunone, dai poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento. L’impiegato comunale, che si era spostato da Licata ad Agrigento è stato sanzionato con una multa da 400 euro. La zona arancione, infatti, vieta lo spostamento tra comuni.