fbpx

Si divide in due tronconi il procedimento nei confronti dell’ex sindaco di Siculiana Giuseppe Sinaguglia, l’ex comandante della Polizia municipale Giuseppe Callea, Luigi Meli, ex responsabile del servizio discarica del Comune, e Pasquale Amato, ex dirigente dell’Utc siculianese. I fatti sono relativi alle vicende che videro coinvolti primo cittadino e funzionari pubblici nell’operazione antimafia denominata “Marna” del novembre del 2007 e più in generale sulle presunte pressioni effettuate sui gestori della discarica di contrada Matarana, ovvero il gruppo Catanzaro. I quattro sono imputati di abuso in atti d’ufficio e interruzione di pubblico servizio, entrambi i reati con l’aggravante dell’articolo 7, ovvero per avere agevolato l’attività di Cosa Nostra. In apertura di udienza preliminare – che si celebra dinanzi al Gup del Tribunale di Palermo Sergio Ziino – Callea ha chiesti di essere giudicato con il rito abbreviato, mentre Sinaguglia Meli e Amato hanno optato per il rito ordinario. La prossima udienza si terrà il 9 febbraio prossimo.