Stazionarie, ma sempre gravi le condizioni di Antonino Manganello, 38 anni, il palmese ferito domenica sera in un agguato,avvenuto alla periferia della città del Gattopardo. L’uomo dalla notte scorsa si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto I° di Enna, dove a causa delle gravi ferite riportate al fegato e all’addome, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Trenta giorni di prognosi, invece, per Luigi Rallo, 34 anni, anch’egli palmese, che viaggiava a bordo dello scooter, condotto da Manganello. Rallo è stato raggiunto da un colpo di pistola alla tibia della gamba destra. Teatro dell’agguato una traversa sterrata lungo corso Brancatello nel quartiere Firriato. Ad agire due killer in sella ad una moto trial, uno dei quali ha impugnato una pistola calibro 9 esplodendo 15 colpi in rapida successione contro lo scooter, su cui viaggiavano Manganello e Rallo. Proseguono senza sosta le indagini da parte dei poliziotti del Commissariato di Palma di Montechiaro e degli agenti della Squadra mobile di Agrigento, per dare un movente all’agguato. Sul luogo della sparatoria gli agenti della Scientifica hanno rinvenuto 12 bossoli e 3 ogive di proiettili calibro 9. Gli investigatori non escludono che l’agguato possa essere scaturito da qualche sgarbo subito da elementi della criminalità mafiosa locale. Un’altra pista porta ad un regolamento di conti tra soggetti che gravitano negli ambienti della malavita locale.