I carabinieri della Compagnia di Licata, insieme a quelli del Comando provinciale hanno arrestato un licatese pregiudicato, Giuseppe Gioacchino Mantegna, 31 anni, di Ravanusa, nullafacente, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, che sono state coordinate dal sostituto procuratore del tribunale di Agrigento Andrea Bianchi, dall’aggiunto Ignazio Fonzo e dal procuratore Renato Di Natale, Mantegna, in concorso con altri due persone ancora da identificare, avrebbe minacciato un medico di Ravanusa con scritti anonimi chiedendogli il pagamento di 25 mila euro. Con
minacce telefoniche avrebbe poi costretto il professionista a consegnargli, alla fine di marzo, la somma di 2.500 euro. Le indagini, che adesso sono mirate ad individuare gli altri coinvolti, sono state avviate dopo la denuncia della vittima.