fbpx

E’ per l’ipotesi di reato di tentata concussione che i carabinieri della compagnia di Caltanissetta, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari, hanno arrestato un dirigente pubblico agrigentino. Si tratta di Vincenzo Caruso, ex direttore del museo “Luigi Pirandello” di Agrigento ed ex soprintendente ai Beni culturali di Caltanissetta. Avrebbe “preteso, in qualità di direttore dei lavori, anche attraverso l’uso di minacce, una tangente per un totale di 15 mila euro. Soldi che dovevano essergli versati per garantire all’appaltatore il regolare andamento dei lavori”, questo quanto spiegano gli inquirenti.  Le indagini sarebbero iniziate “ con la denuncia presentata dalla stessa vittima della tentata concussione che, dopo essersi aggiudicato una gara d’appalto per la realizzazione di lavori pubblici in un Comune del Nisseno, sarebbe stato contattato da Caruso per   la consegna di una tangente per un totale di 15 mila euro“.