Una timida presenza alla manifestazione di ieri pomeriggio organizzata dalla Uilps per dire “GRAZIE” alla polizia di stato dopo l’eccellente risultato raggiunto con l’arresto del latitante Giuseppe Falsone. Con questa iniziativa, il Sindacato di Polizia della Uil ha voluto ulteriormente scuotere la società civile e dire NO a caratteri cubitali a tutte le mafie, riconoscendo, negli uomini in divisa baluardi invalicabili della legalità e della difesa dei cittadini onesti e laboriosi. Da tempo, la Uilps ribadisce lo sforzo non indifferente degli uomini e delle donne della polizia di stato. In piazza Vittorio Emanuele, davanti la questura di Agrigento, c’erano agenti ed ex agenti insieme ad alcuni familiari, i vertici del sindacato, ma erano assenti i cittadini, gli amministratori, tranne il presidente della Provincia D’Orsi, il sindaco di Favara, Domenico Russello e il l consigliere provinciale Guarraci. Il segretario nazionale della Uil, Antonino Alletto, ha addebitato la scarsa partecipazione alla pigrizia degli agrigentini.Alla manifestazione presente anche il questore di Agrigento, Girolamo Di Fazio.Tra i presenti anche Nico Miraglia, il figlio di Accursio una delle tante vittime della mafia.