fbpx

Tragico incidente al Rally Valle del Sosio nell’agrigentino. Nel corso della seconda prova speciale Caltabellotta 1, giunta alla 13 esima edizione tra le province di Palermo a Agrigento, Salvatore Coniglio, 54 anni, carabiniere in pensione di San Cipirello è morto sulla strada provinciale 37, in contrada Favara-Burgio. L’auto, una Renault Clio Williams, era guidata da Vito Parisi esperto pilota. Insieme formavano l’equipaggio numero 32. La tragedia si è consumata in un tratto dove le vetture corrono più velocemente. Secondo quanto hanno accertato i carabinieri della compagnia di Sciacca, il pilota avrebbe perso il controllo del mezzo sbattendo prima su un palo e poi contro un albero. L’impatto è stato fatale. Sul luogo dell’impatto sono arrivati subito oltre ai tecnici di gara e i sanitari del 118, anche i militari dell’Arma e il medico legale per eseguire una prima ispezione sul corpo. Il rally è stato sospeso in segno di lutto. Erano iscritti 97 equipaggi. La “Valle del Sosio” era l’appuntamento conclusivo della Coppa e del trofeo di zona riservato alle auto storiche.

Un drammatico appuntamento per il povero Salvatore – dice l’avvocato Antonio Di Lorenzo anche lui iscritto alla gara – L’impatto gli è stato fatale. Le misure di sicurezza c’erano tutte. E’ stata una fatalità una tragedia. Salvatore era un amico di tutti, resterà nei nostri cuori”.