fbpx

E’ stato sorpreso, lungo via Umberto I a Canicattì, ad accendere botti. Un trentenne di origini romene è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. A “pizzicare” l’uomo – durante i controlli predisposti per la repressione della vendita illegale di materiali esplodenti – sono stati i poliziotti del commissariato cittadino. 

L’ipotesi di reato contestata è accensione ed esplosione pericolose. L’uomo, bloccato mentre accendeva un petardo, è stato perquisito e nelle tasche del giubbotto, i poliziotti gli hanno trovato altri 10 petardi che riportavano la seguente scritta: “Pitbull”. I petardi illegali sono stati, naturalmente, posti sotto sequestro.