Controlli severissimi su tutto il territorio e raffica di multe estive. Il bilancio dei mesi di luglio e agosto 2011 ad Agrigento parla di 3.102 verbali elevati dalla polizia municipale per varie infrazioni al codice della strada. Durante la stagione estiva sono stati sequestrati 17 veicoli trovati sprovvisti di assicurazione ed elevati 50 sommari verbali per le cinture di sicurezza, passaggio con il rosso, uso del cellulare alla guida. Sono stati poi rilasciati 3.035 preavvisi di contravvenzione. Nel mese di luglio il 36 per cento di questi hanno riguardato la sosta in area vietata con rimozione , il 4 per cento la sosta negli spazi riservati agli invalidi , il 9 per cento la violazione delle zone a traffico limitato , il 10% la sosta negli spazi riservati, il 4 % la sosta sui marciapiedi , un altro 4% la sosta con intralcio alla circolazione , il 9% violazioni per la sosta in zona regolamentata con le park card e l’1% l’uso del cellulare alla guida. Il tutto, come sottolineato dal comandante Antonica, malgrado le difficoltà dettate dall’organico insufficiente del personale: <<abbiamo ovviato- spiega Antonica- eliminando i vigili a posto fisso , laddove possibile, ed aumentando il numero delle pattuglie motorizzate che consentono di coprire larga fetta del territorio>>. Il comandante del corpo si lamenta del conteggio fatto nella predisposione dell’organico e che non corrisponde alle norme e alle esigenze della città. Gli agenti della polizia municipale sono 77 e due stanno andato in pensione mentre dovrebbero essere 110.