Undici consulenti a titolo gratuito per il rilancio di Casteltermini. Il centro montano affida la programmazione, in termini culturali, urbanistici, architettonici e di energie alternative ai nuovi talenti locali. Si tratta di esperti nel settore storico, ingegneristico, architettonico, culturale. “Un progetto, dice il sindaco Sapia, che punta a rilanciare definitvamente il nostro comune, vessato da troppo tempo da crisi economica-occupazionale a da un non adeguato sfruttamento delle proprie potenzialità storiche e culturali. Abbiamo pubblicato un bando, dice il sindaco, a cui hanno partecipato diversi esperti, pronti a mettere talento e capacità al servizio del nostro comune. Si tratta di castelterminesi, che si sono specializzati in settori determinanti per il rilancio della comunità. Il tutto sarà a titolo rigorosamente gratuito, prerogativa che avvalora ancor di più la buona volontà degli undici consulenti”. Questi i nomi degli esperti, che hanno da poco iniziato il loro rapporto di consulenza con il comune di Casteltermini: L’architetto Vincenzo Modica, che si occuperà di energie alternative applicate all’agricoltura e all’edilizia. L’archietto Silvia Rita Severino, che si occuperà di riqualificazione dell’arredo urbano e di arte dei giardini L’architetto Vincenzo Sapia, che si occuperà, tra le altre cose, di catalogazione di beni di interesse culturale e religioso. L’architetto Michele Genuardi, piano locale gestione rifiuti, il dottore Carmelo Sciarrabone, che curerà il percorso della memoria con gli itinerari storici e le tradizioni del territorio. L’architetto Alessandra Amoroso, che si occuperà di risparmio energentico nell’edilizia pubblica e privata. Il dottore Michelangelo Segretario, per il programma di gestione di incremento turistico e gli eventi di interesse turistico e culturale. Il prof. architetto e ingegnere Giuseppe Pellitteri, per il recupero e la valorizzazione del centro storico. Architetto Michelangelo Lo Buglio, imprenditoria agricola e sviluppo rurale, percorsi naturalistici. Architetto Giovanni Petyx per le politiche comunitarie. Architetto Vincenzo Piazza, per il recupero e riqualificazione aree e spazi a verde pubblico. Entusiasti e pronti a dare il meglio gli undici, che nei giorni scorsi hanno ricevuto il mandato a operare direttamente dal sindaco Sapia.