“E’ bene chiudere al piu’ presto una sterile polemica su un’ipotetico trasferimento delle Universita’ siciliane alla Regione – ha detto l’assessore regionale per l’Istruzione e la Formazione professionale, Mario Centorrino – E questo perche’ la polemica nasce da un puro ragionamento contabile, quello proposto dall’assessore al Bilancio, Armao, inserito in una piu’ ampia ricognizione delle eventuali risorse necessarie nel caso dell’applicazione di un federalismo rigido, che non e’ all’ordine del giorno, ne’, per nostra fortuna prevedibile in tempi brevi”. “Detto questo – ha sottolineato Centorrino – spiace constatare come il proficuo rapporto di reciproca attenzione tra universita’ e assessorato, finalizzato alla costruzione di un accordo quadro regolativo della politica regionale per le Universita’ siciliane, stabilitosi grazie all’azione dei rettori, dell’assessorato, e alla disponibilita’ del Miur, venga ad essere inficiato da una inspiegabile paura di ‘contaminazione’ espressa forse con altri obiettivi piu’ nobili, da alcuni docenti dell’Ateneo palermitano. Sospetti e dietrologie in buona fede – ha concluso l’assessore – che mal si conciliano con la giusta e appassionata richiesta di supporto finanziario espressa ( e purtroppo per esigenze di risorse disponibili non sempre esaudita),che giunge alla Regione da parte del suo sistema universitario. E alla quale questo assessorato, nei limiti delle sue possibilita’ continua e continuera’ ad assicurare attenzione rendendosene interprete all’interno dell’azione di Governo”.