fbpx

Uomo in escandescenze ieri all’ospedale di Ribera: è intervenuta la polizia. Il riberese sollecitava maggiori cure per un proprio congiunto prentendo a pugni e calci la porta d’ingresso di una delle stanze del Pronto Soccorso dove il medico di turno stava prestando servizio “obbligandolo ad interrompere le operazioni di assistenza medica- ricostruiscono dalla questura- minacciandolo e costringendolo a chiudersi all’interno della stanza”. L’uomo è stato denunciato per interruzione di un ufficio o servizio di pubblica necessità.