fbpx

Il Comune di Agrigento punta a ridurre il rischio di assembramenti e stazionamenti. A firmare un’ordinanza è stato il sindaco Franco Micciché in qualità di autorità sanitaria locale al fine di garantire un “un particolare controllo da parte delle forze dell’ordine durante l’arco della giornata, che miri a scoraggiare tali fenomeni”.

Il provvedimento, che sarà vigente dal prossimo 8 febbraio fino al prossimo 21 febbraio, impone un divieto di assembramenti in alcune zone della città ritenute “a particolare rischio di diffusone Covid-19” . Le aree individuate sono quelle di via Atenea e dell’area del e lungomare Falcone Borsellino, nel tratto compreso tra la parte finale di viale Viareggio ed il piazzale Giglia, compresi i giardinetti di via Nettuno.