fbpx

L’utilizzo del cellulare mentre ci i trova al volante di un autoveicolo è un gesto fin troppo frequente sulle strade, foriero di distrazione e – di conseguenza – di incidenti. La distrazione è la prima causa di incidentalità e una delle cause principali è proprio l’utilizzo del telefono da parte di automobilisti convinti che uno sguardo al display sia del tutto innocuo. Ma non è così. Nei giorni scorsi , anche nell’agrigentino, si è svolta la campagna di sicurezza stradale durata tre giorni e dedicata in modo particolare al contrasto dell’uso dello smartphone alla guida. Sono state impiegate 13 pattuglie della Polizia Stradale di Agrigento e dei Distaccamenti di Canicattì e Sciacca, che hanno contestato 21 sanzioni amministrative su 49 veicoli controllati, con la decurtazione di 105 punti-patente. Sono proseguiti anche i servizi per il contrasto alle violazioni ai limiti di velocità, anch’esse tra le principali cause di incidenti stradali, con particolare riguardo alla ss640, con l’utilizzo del nuovo Telelaser TRUCAM dotato di videocamera, in grado di generare brevi video, come prova a supporto delle infrazioni accertate.

In occasione dei servizi effettuati sono state accertate 7 contravvenzioni con velocità massime rilevate di 201 e 213 kmh, con la decurtazione nel complesso di 50 punti-patente.